Chi ha un negozio fisico rischia tanto senza un’insegna o un totem in grado di catturare l’occhio. Le ricerche di mercato ci dicono perché

insegne ticino

Diversi studi confermano che almeno il 50% dei nuovi clienti di un’attività con una sede fisica arrivano grazie all’efficacia di un’insegna e, più in generale, del coordinato costituito dalla stessa insegna, dalle vetrofanie e da altri ulteriori supporti “eye-catching”, ovvero che cercano di catturare l’occhio distratto di chi sta camminando o passando in automobile.

Secondo l’americana Sign Research Foundation (l’ente più accreditato a livello mondiale per gli studi sul mercato delle insegne luminose), il 60% dei gerenti di attività su strada afferma che il volume di affari è aumentato di oltre il 10% dopo aver apposto o aggiornato la propria insegna.

Sempre secondo la fondazione, un campione di intervistati ha ammesso che gli è capitato di aver rinunciato a rintracciare un’attività perché l’insegna mancava, o non era visibile o troppo piccola.

Altri dati emergono dalle ultime ricerche: il 34% degli utenti associa una buona insegna ad un servizio di qualità, a conferma che non basta avere un’insegna, ma che essa necessita di un design accattivante e di un’installazione perfetta.

Brutte notizie, quindi, per chi pensa che ormai fare un’insegna (o un totem se pensiamo in verticale) di qualità sia superfluo o addirittura inutile. I dati delle ricerche di mercato, ma soprattutto la vostra esperienza confermano quanto sia importante che il proprio nome e i propri messaggi promozionali non passino inosservati.