Troppe informazioni in un singolo manifesto rischiano di far distogliere l’attenzione: le tecniche dei Social Media ci aiutano a capire come realizzarne uno efficace

Se un manifesto riesce a catturare il vostro occhio, quanto tempo dedicate alla sua lettura? Molto probabilmente, vi limiterete a delle informazioni essenziali, spendibili in pochi secondi: se trattasi di pubblicità commerciale, probabilmente vi focalizzerete su slogan, indirizzo web, indirizzo reale, telefono; se trattasi di un evento, su titolo, luogo, orario, forse organizzatori e sponsor, sito web di riferimento.

Sosteniamo sempre che “essere visti è arte”, ma arte, nella pubblicità, vuol dire dosare saggiamente grafica, fotografia e un buon copywriting, indispensabile affinché il nostro messaggio arrivi al destinatario. Questa regola vale per i manifesti digitali come per qualsiasi altro supporto scritto.

Solitamente, nel nostro lavoro, capita sovente che un cliente, all’interno del manifesto, ci voglia di tutto e di più: una decina di foto, 20 loghi di sponsor e partner, uno slogan accompagnato da un sottotitolo e da almeno 800 caratteri descrittivi, indirizzi completi di web, Instagram, Facebook, Youtube e Linkedin, elementi grafici decorativi, listino prezzi ecc. ecc. ecc.

Prendiamoci un attimo di respiro e riflettiamo: a cosa serve un manifesto? Come supporto in sé, nasce per incuriosire il pubblico, metterlo a conoscenza di un qualcosa e trasmettergli le informazioni essenziali. E, di solito, più siamo sintetici e “minimali” e più riusciamo nel nostro intento.

Affermare, incuriosire, sintetizzare: in ciò possiamo riassumere l’essenza di un buon manifesto. Ricordandoci sempre che, nella comunicazione di oggi, un’immagine vale più di 1.000 parole e che la gente ha poco tempo e poca voglia di leggere.

Pensateci: non è lo stesso per la comunicazione online? Per esempio, se navighiamo su Instagram, su quante immagini ci soffermiamo rispetto al totale che visualizziamo? Quali e quanti post su Facebook ci fermiamo a leggere rispetto ai tanti, e perché selezioniamo proprio quelli?

Ecco, nella risposta a questi interrogativi otterrete la risposta sul perché un manifesto fatto in una determinata maniera è meglio di altri.

Pertanto, se avete le idee ancora un po’ confuse, lasciatevi guidare da Qtecno: stampiamo tutte le vostre creazioni ma, soprattutto, possiamo guidarvi affinché il vostro messaggio raggiunga in maniera importante il vostro target!