Un’installazione su una rotatoria di una squadra di hockey diventa frutto della discordia. E a tutti pone un interrogativo: quando un supporto è o non è pubblicità?

Nel mondo dell’hockey, In Ticino abbiamo il dualismo Ambrì-Lugano, ma anche a Zurigo non scherzano: la rivalità cantonale tra ZSC Lions e Kloten ha toccato anche il mondo della promozione su strada.

Ha fatto notizia (https://www.tio.ch/svizzera/attualita/1394891/mega-puck-sulla-rotonda-per-il-cantone-e-illegale), infatti, che il puck gigante, posato nel 2014 per celebrare gli 80 anni dell’EHC Kloten, dovrà essere rimosso in quanto l’ufficio cantonale preposto alla viabilità lo avrebbe dichiarato illegale in quanto il club è un’impresa a scopo di lucro e quindi l’installazione, composta da 7.700 puck reali, è da dichiararsi una forma di pubblicità vera e propria.

In altre parole, se il disco gigante perde la sua funzione celebrativa e viene individuato come un mezzo pubblicitario, va rimosso e subito.

Non l’hanno pensata così centinaia di cittadini di Kloten, che hanno manifestato con ogni mezzo possibile la propria contrarietà alla rimozione. Fatto sta che, per ora almeno, l’opera resta al suo posto. Quello che veramente ci si può chiedere è perché le autorità ci hanno messo ben 5 anni a dichiarare il tutto fuori dalla legge.

Per noi che siamo di questo mestiere, questo caso, per quanto sembri divertente, pone delle serie riflessioni: quando un qualsiasi supporto diventa pubblicità e quando, invece, diventa un’opera d’arte o comunque un’installazione visuale? Quali sono i limiti di legge di cui tener conto quando si crea una pubblicità, per forma e/o dimensioni e/o altri parametri fuori dai generis? Fino a che punto grafici, art director e produttori possono spingersi con la fantasia senza infrangere alcuna norma?

Se la situazione di Kloten è molto sfumata e spesso, almeno agli occhi della persona comune, incomprensibile, per noi è un dovere continuo assicurarci che qualsiasi cosa che ci chiedono i clienti avvenga nel rispetto delle leggi, cantonali o federali, o dei regolamenti comunali e talvolta persino di condominio.

La pubblicità è un investimento importante, e sarebbe veramente un peccato se andasse in fumo per un cavillo legislativo. Con noi, potete starne sicuri, saprete tutto già in fase di analisi.