Rosso e verde sono i colori ufficiali del Natale. Eccone le ragioni!

Una domanda a cui rispondere al volo: quali sono i primi due colori che vi vengono in mente pensando al Natale? La risposta è abbastanza scontata: rosso e verde.

Due colori che sono predominanti per l’associazione all’albero di natale e al costume di babbo natale. E non è un caso che una buona parte delle pubblicità natalizie che vedete in giro abbia questi colori predominanti. Persino nelle grafiche che stampiamo in questo periodo, non possiamo non notare il trend.

Ma qual è la motivazione della supremazia assoluta di questi due colori? Ve ne sono in prevalenza due, una legata al simbolismo religioso pagano, l’altra al mondo…della pubblicità! Ebbene sì, proprio il mondo a cui appartiene anche Q-Tecno!

Per quanto riguarda la prima sfera, quella religiosa, il Natale coincide con l’antica festa del solstizio d’inverno, festeggiata dai Celti e il cui simbolo era la pianta dell’agrifoglio, la sola a fiorire, con le foglie appuntite verdi e le sue bacche rosse, nel bel mezzo della neve. Un simbolo di resistenza nel periodo più buio e freddo nell’anno, in attesa del rinascere della vita.

Tuttavia, nella mentalità occidentale, la data da segnare e che ha sancito una svolta indelebile nell’immagine collettiva del Natale, è il 1931. Quell’anno, un illustratore statunitense, Haddon Sundblom, ebbe l’intuizione di reinventare l’immagine di Santa Claus così come la conosciamo oggi: corporatura massiccia, barba lunga e candida e, soprattutto, costume color rosso…Coca Cola!

Il risultato fu talmente potente che più o meno tutti i pubblicitari successivi scelsero sì di rielaborarla a modo loro, ma senza alterarne i canoni.

Insomma, tra tradizione e marketing, ecco i colori del Natale! Ve ne sono anche altri, come l’oro associato ai doni dei re magi a Gesù Bambino e il blu scuro che, col suo cielo stellato, fa tanto atmosfera natalizia!

Auguri di buon Natale a tutti!